Cassa Forense – Emergenza COVID

Il Consiglio di Amministrazione di Cassa Forense ha prorogato al 31 dicembre 2020 il termine per la presentazione delle domande per i contributi riguardanti le prestazioni assistenziali straordinarie in favore dell’iscritto e dei superstiti per emergenza COVID–19. 

Possono richiedere la provvidenza gli iscritti che sono stati ricoverati in una struttura sanitaria ovvero posti in isolamento sanitario obbligatorio per aver contratto il virus o per contatti diretti con soggetti contagiati oppure in caso di decesso del coniuge dell’iscritto o dei figli conviventi avvenuto per patologia Covid-19.

Il Consiglio di Amministrazione, tenuto conto che l’iniziale dotazione di € 1.500.000,00 è stata interamente utilizzata per l’erogazione delle istanze presentate, ha, altresì, deliberato di incrementare lo stanziamento di un ulteriore pari importo.

Per le domande che perverranno dopo il 15 ottobre 2020, in caso di isolamento obbligatorio senza aver contratto il virus, il relativo contributo verrà erogato nella minor somma di € 1.000,00 considerate le disposizioni del Ministero della Salute che ha modificato le regole sulla durata del periodo di isolamento. 

Resta immutata la misura dei contributi da erogare in caso di ricovero in una struttura sanitaria ovvero di isolamento sanitario obbligatorio per aver contratto il virus oppure in caso di decesso del coniuge dell’iscritto o dei figli conviventi, intervenuti per patologia Covid-19, nel periodo dal 1.2.2020 al 31.12.2020.

Print Friendly, PDF & Email