Delibera COA del 10.7.2020 in sostegno dei Colleghi turchi

Il Consiglio ringraziando l’avv. Massimiliano Aita per la sollecitazione di intervento in favore degli avvocati turchi, assume la seguente delibera:

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Udine
preso Atto
– che in data 30 giugno 2020 è stato presentato dinanzi al Parlamento Turco un disegno di legge che prevede la possibilità di costituire nuovi e diversi ordini forensi – nelle circoscrizioni territoriali con più di 5000 iscritti;
– che, in particolare, il disegno di legge in questione prevede la possibilità di formare un nuovo e diverso ordine forense territoriale anche solo con 2000 iscritti;
– che tale disegno di legge persegue l’evidente scopo di ridimensionare la rappresentatività degli ordini forensi territoriali esistenti;
– che gli Ordini Forensi e più in generale l’Avvocatura Turca rappresenta, oramai da tempo, una delle poche voci dissidenti organizzate;
– che il solo annuncio della presentazione del disegno di legge ha suscitato la vibrante protesta degli Avvocati Turchi;
– che l’autorità governativa ha impedito agli Avvocati Turchi di manifestare pacificamente il proprio dissenso;
RITENUTO
– che un’Avvocatura indipendente e libera sia presupposto indefettibile affinché il cittadino possa veder rispettati e tutelati i propri diritti fondamentali dinanzi alla pubblica autorità,
ESPRIME
piena solidarietà ai Colleghi turchi e incondizionato appoggio alle iniziative di protesta pacifiche dai medesimi organizzate allo scopo di riaffermare la necessità di un’Avvocatura libera ed indipendente;
SI FA CARICO
di sollecitare il Consiglio Nazionale Forense a prendere pubblic
a posizione a sostegno dei Colleghi turchi invitando il Governo Italiano ad avanzare una protesta formale nei confronti dell’Ambasciatore turco.

Print Friendly, PDF & Email